on 07 Giu 2021 11:04 AM

Ecco il racconto di Marco Servadei, socio  Erix, a bordo di Raffica 3 di Walter Tronconi durante l'ultima regata della 151 miglia. 

 

Nei giorni dal 30/5 al1/6 si è svolta l’edizione 2021 della regata “151 miglia Cetilar“, ormai “la 151“ per i velisti. Ho avuto il piacere di partecipare a bordo di Raffica 3, bellissimo Gran Soleil 43 di Walter Tronconi del Circolo della vela Erix. La regata si e’ svolta sul tradizionale percorso: Livorno - Marina di Pisa - Isola della Giraglia - Formiche di Grosseto - Punta Ala.

La partenza è avvenuta domenica 30/5  intorno alle 15 con un po’ di ritardo rispetto al previsto poiché il Comitato di Regata ha saggiamente deciso di attendere lo stabilizzarsi del vento per posizionare la boa di disimpegno che con una flotta di circa 250 imbarcazioni e’ quanto mai necessaria. Vento in partenza intorno ai 15 nodi da WNW, allineamento ben posizionato, decidiamo di partire in posizione centrale in una zona dove ci pare ci sia più pressione. Buona partenza e barca che corre veloce ben timonata dall’ armatore e lasciamo indietro una parte consistente della flotta. Giriamo correttamente il disimpegno e ci lanciamo a 8/9 nodi con il gennaker. Purtroppo un piccolo inconveniente nell’ammainata davanti a Marina di Pisa ci fa perdere qualche posizione ma logicamente non ci abbattiamo, la regata e’ ancora tutta davanti a noi. Lasciata la costa ci dirigiamo sempre con il gennaker verso la Giraglia. Bellissima navigazione con un muro di vele dietro di noi. Giriamo  l’isoletta di fronte al “dito“ della Corsica intorno a mezzanotte ed e’ qui che probabilmente si decide la regata. La flotta si divide: chi va verso l ‘Elba,  chi segue il “dito“, chi sta nel mezzo. Raffica, confortata da un buon vento proveniente dalla Corsica e da una velocità intorno ai 6/7 nodi decide di scendere lungo il “dito“. Qualche bordo per non allontanarci troppo dal resto della flotta, tutto bene ma intorno alle 3 del mattino il vento cala fino a lasciarci del tutto. Due ore di totale bonaccia ma quando ripartiamo con un leggero Levante ci accorgiamo che chi è stato sotto  l’Elba non ha avuto miglior fortuna. La navigazione e’ proseguita con il previsto giro del vento a NW che ci ha portato sotto gennaker fino alle “Formiche“ di qui splendida bolina di 15 miglia con maestrale intorno ai 15/17 nodi fino allo scoglio dello Sparviero e quindi arrivo ai limiti della straorza a Punta Ala. Risultato: quarti del nostro gruppo (Orc B) e settimi Over all.

Per concludere, bella regata, ottima atmosfera a bordo, soprattutto per merito di Raffaella che, oltre a compiere egregiamente i suoi compiti velici, ci ha nutrito con ottimo ed abbondante cibo, e con caffè caldo nella fredda notte.