on 13 Set 2021 6:04 PM

Una festa in terrazza per salutare i nostri allievi che, sotto la guida degli allenatori Dario e Andrea, sono tornati dalle regate di Dervio per i Campionati nazionali Fiv dei Feva e 29. Quasi una settimana di trasferimento sul lago di Como per incrociare le derive di equipaggi agguerriti provenienti da tutta Italia. Il presidente Carlo Stefanini si è congratulato con tutta la squadra per la passione e la dedizione dimostrata anche se non ci sono state medaglie. Stefanini ha anche proposto di individuare una sorta di rappresentante degli allievi con il quale interagire per risolvere in linea diretta qualsiasi problema sempre ovviamente in tandem con gli istruttori. Così domenica 12 settembre la terrazza si è animata con i racconti dei ragazzi, di questa bellissima avventura. Il direttore sportivo dell'Erix Davide Sampiero ha ricordato che questa di Dervio è la prima e vera grande trasferta a cui ne seguuiranno altre. "La scuola e le regate - ha detto Sampiero - sono il punto apicale del circolo Erix che non può significare solo gli ormeggi al pontile e la televisioine per i pensionati". Ora seguiranno altre iniziative, anche locali, per sfruttare - come ha detto Marco - la particolare conformazione del nostro Golfo, una specie di Lago nel mare". Una gustosa apericena ha concluso questa simpatica festa per ringraziare a nome di tutti i soci, allievi, allenatori e genitori.

Dall'allenatore Dario Marazzini riceviamo e riportiamo questo resoconto che spiega quello che è successo a Dervio. Grazie Dario

Dal 8 all 11 settembre si sono svolti i campionati italiani classi doppie a Dervio sul lago di Como. A rappresentare il Circolo della Vela ERIX dieci atleti.  Sei nella classe RSFeva: Lisa, Matilde, Emma, Giorgia, Noa e Lisa (per noi Lisetta). Quattro nella classe 29er: Sofia, Giacomo, Federico e Leonardo. Accompagnati dai nostri due allenatori Andrea Nocentini e il sottoscritto Dario Marazzini sono partiti il 6 settembre verso Dervio. Quattro giorni di regate con condizioni di poco vento, oscillante e di difficile interpretazione hanno caratterizzato le prove in acqua. Le squadre si sono comportate bene in acqua e in terra sebbene siano state "messe alla prova" in un contesto molto affollato e agguerrito di oltre 300 barche.  La stagione comunque non è ancora finita, non ci fermiamo e non ci arrendiamo. A ottobre partiamo per Deiva Marina con gli RSFeva e per Bari con i 29er... Poi un po' di riposo per arrivare in forma alla stagione 2022.